Logo retina dark seide area
Social Networks
Fatturazione elettronica tra privati B2B - obbligo dal 2019 come funziona ?
1551
post-template-default,single,single-post,postid-1551,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
fatturazione B2B - Agyo

Fatturazione elettronica tra privati B2B – obbligo dal 2019 come funziona ?

Fatturazione elettronica tra privati 2019. Cos’è ? Come funziona? Obbligo fattura elettronica B2B tra privati.

Fino ad oggi, l’obbligo di utilizzare la fattura elettronica è stato previsto solo per le operazioni effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, la fatturazione elettronica tra privati 2019, invece sarà uno dei punti cardine della lotta all’evasione fiscale dal prossimo anno, che il governo italiano ha messo in atto con la legge di bilancio.

Fatturazione elettronica tra privati: cos’è?

Cominciamo col dire che la fatturazione elettronica tra privati è una normale fattura B2B emessa, ricevuta, firmata e conservata in modalità digitalizzata. Con fatturazione elettronica si identifica dunque quel processo digitale che genera e gestisce le fatture nel corso dell’intero ciclo di vita che le caratterizza: dalla generazione, all’emissione e/o ricezione, fino alla conservazione, a norma, per 10 anni. [D.P.R. 633/1972, art. 21, comma 3].

Dal giugno 2014 la fattura elettronica, come molti di voi sapranno,  è diventata obbligatoria per tutti i titolari di partita IVA che intrattengono rapporti commerciali con le PA ( Pubbliche Amministrazioni ), pertanto l’Agenzia delle Entrate insieme alla Sogei, hanno creato e messo a punto un sistema di interscambio del tutto gratuito chiamato SdI. 

Il Sistema di Interscambio è utilizzabile pertanto sia delle PA che dalle imprese e dai professionisti per emettere e ricevere, secondo modelli standardizzati definiti dall’Agenzia delle Entrate (XML), le fatture elettroniche, al fine di garantire loro l’autenticità e l’integrità mediante l’apposizione della firma elettronica di chi ha emesso il documento, e la loro conservazione per 10 anni.

Fatturazione elettronica tra privati 2019 Agenzia delle Entrate:

Tra gli obbiettivi dell’Agenzia delle Entrate e del governo stabiliti con la nuova Legge di Bilancio 2018 c’è l’introduzione dell’obbligatorietà della fatturazione elettronica anche tra i privati, per cui tutti i rapporti B2B ( business to business ) , a partire dal 01 gennaio 2019 saranno disciplinati mediante fatturazione elettronica.

A partire dal 01 luglio 2018 tale fatturazione sarà resa obbligatoria già per le seguenti fatture :

  • cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori;
  • prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una pubblica amministrazione.

Sempre per effetto della Manovra 2018, dal 1° luglio scatta anche l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi delle cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburante per motori; questo abolirà di fatto l’utilizzo della tradizionale scheda carburanti in quanto gli acquisti di tale bene dovranno essere documentati con fattura elettronica.

Perché è stato introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica B2B o tra privati ?

Grazie all’introduzione all’obbligo di fatturazione elettronica fra privati lo Stato Italiano e l’amministrazione finanziaria intendono:

  • ridurre l’evasione fiscale: eliminando la possibilità di emettere fatture false, mancata registrazione della fattura da uno dei due soggetti coinvolti  o registrazioni fraudolente con importi inferiori rispetto all’effettiva transazione.
  • aumentare la semplificazione fiscale;
  • ottenere sempre più dati fiscali, al fine di predisporre per i contribuenti, dichiarazioni annuali, certificazioni uniche, modello 770 ecc con dati precompilati e quindi già certificati dall’Agenzia delle Entrate.

Conviene affrontare ora la Fatturazione elettronica oppure è meglio aspettare?

Sicuramente attendere non vi aiuterà a risolvere la questione, pertanto ciò che conta è “cominciare”.  Per quanto vogliate rimandare il problema, esso si presenterà puntuale a chiedervi  una soluzione, e qualunque essa sia sarà comunque migliorativa rispetto a quanto si è soliti fare con la carta o con modelli che prevedono la gestione di informazioni non strutturate.

Personalmente direi che è sostanziale e urgente affrontare quanto prima il passaggio dalle Fatture cartacee e digitali ancora molto diffuse in Italia, alle Fatture elettroniche in formato elaborabile, sia lato Attivo sia Passivo: una volta superato questo primo passo, eventuali adattamenti a formati diversi – ma sempre digitali! – sono senza dubbio più gestibili di quanto lo sia affrontare lo stesso percorso partendo dal cartaceo e ricorrendo poi alla Conservazione Digitale.

La domanda corretta da porsi, pertanto, non è: “qual è la soluzione giusta per me?”, ma piuttosto “quale soluzione mi consente di partire prima?” 

 

In Teamsystem stiamo organizzando un Tour sulla fatturazione elettronica B2B e B2C

Convegno gratuito – Impatti e opportunità per studi professionali e imprese.
Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili: E’ stata inoltrata richiesta per 4 crediti in materie obbligatorie – Consulenti del Lavoro: il convegno darà diritto a 4 crediti formativi.

Il Convegno gratuito ha l’obiettivo di analizzare il nuovo obbligo di fatturazione elettronica tra privati e verso i consumatori finali. Le novità in ambito digitale impongono una riorganizzazione dello studio professionale ed una riprogettazione dei processi aziendali per affrontare il cambiamento in atto, anche grazie alle firme elettroniche e alla conservazione digitale a norma.

Il Commercialista quale punto di riferimento del proprio cliente, deve riadattarsi proponendo nuovi servizi e soluzioni ad alto valore aggiunto tornando nuovamente ad essere il “consulente di fiducia” del proprio cliente.

L’impresa deve riorganizzare i propri processi interni ed esterni per sfruttare tutti i benefici della trasformazione digitale.

Maggiori informazioni le trovi al seguente link :  Link di TeamSystem B2B Tour – date e programma

Sei già pronto per il nuovo GDPR ? leggi il mio articolo qui 

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.