La Barra degli strumenti dell'editor dei testi : Wordpress la guida essenziale
1290
post-template-default,single,single-post,postid-1290,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Barra degli strumenti editori di testo

La Barra degli strumenti dell’editor dei testi : WordPress la guida essenziale

La barra degli strumenti dell’Editor dei contenuti. Uso e caratteristiche. 

Nell’articolo precedente: Introduzione all’editor di testo ,  abbiamo  cominciato  a conoscere il nostro editor dei contenuti, ora è giunto il momento di iniziare a creare il nostro primo vero articolo, e questo processo inizia sempre con l’aggiunta di un titolo.

Ogni volta che si crea un nuovo articolo o una nuova pagina sarà indispensabile  inserire un titolo, seppur provvisorio, questo ci eviterà  confusione e sopratutto ci impedirà di dover passare al setaccio, in un secondo momento, tutti gli articoli, alla ricerca  di quelli senza titolo o con il  titolo generico  ” Senza titolo.” Successivamente  alla scrittura del titolo del mio nuovo articolo posso passare ad inserire i contenuti.   Come ben sappiamo  Wordpress funziona come un qualsiasi software di word processing  pertanto  possiamo inserire  il nostro testo direttamente  all’interno dell’editor, in modalità visuale.

Per impostazione predefinita, la barra degli strumenti  del nostro editor dei contenuti ha una sola fila di pulsanti  ma in realtà c’è una seconda fila di tasti disponibili,  possiamo abilitarla cliccando sul pulsante ” mostra/nascondi la barra degli strumenti”  posto all’estrema destra.   ( vedi figura sotto ).

Barra degli strumenti WordPress

Personalmente vi consiglio di utilizzare questa seconda fila di pulsanti aperta, perché contiene degli strumenti importanti.

Barra degli strumenti WordPress figura due

Infatti il primo pulsante che andremo ad analizzare  è in questa seconda fila, ed è quello che  utilizzeremo ogni volta che avremo la necessità di copiare ed incollare il contenuto di un testo in WordPress, sia che esso provenga  dal web,  da un documento, o da qualche altra parte.   Questo pulsante  attiva la funzione di Incolla come testo.

pulsante incolla come testo wordpress

Questa funzione, decisamente importante, permette a WordPress di rimuovere qualsiasi tipo di marcatore dal testo incollato, che quindi diventerà un testo pulito ed essenziale. Chiaramente, rimuovendo i marcatori, perderemo tutta la formattazione,  questo ci obbligherà a dover  necessariamente ripassare  sul testo e aggiungere  ogni formattazione desiderata.   Titoli, allineamenti, colori.

Ma come starete esclamando?   E’ una perdita di tempo.

No  assolutamente no  perché  quando copiamo un testo da Microsoft Word, ad esempio,  WordPress  cerca di “interpretare” i marcatori di word trasformandoli in marcatori HTML ed il più delle volte  questo causa  delle  disfunzioni che impediscono ai Browser di visualizzare correttamente  il tutto.

I primi tre pulsanti che si trovano nella prima fila della nostra barra degli strumenti sono per lo più pulsanti che determinano lo stile del nostro testo.   Il primo ci permette di evidenziare  il testo in grassetto,  il secondo determina l’uso  del corsivo,    il terzo  pulsante ci fornisce l’opzione per  un testo barrato . Ecco l’esempio .   Per  utilizzare questi stili ci basterà selezionare il testo e cliccare sullo stile  desiderato.

Successivamente abbiamo  l’elenco puntato e l’elenco numerato.  Questi pulsanti sono utilizzati per creare delle liste.

  • lista 1
  • lista 2
  • lista 3

Questo sopra è un esempio di elenco puntato . Per utilizzarlo  ti basterà cliccare sul  pulsante  elenco puntato  e  cominciare a scrivere. Per tornare al testo normale ti basterà  utilizzare il tasto invio due volte.  Sotto invece  un esempio di lista numerata che ha lo stesso utilizzo di quella sopra.

  1.  lista numerata
  2. lista numerata seconda
  3. lista numerata terza

Il prossimo pulsante che andremo a visualizzare è il blockquote o  citazione.   Le citazioni sono il modo migliore per catturare l’attenzione e dare slancio alle argomentazioni del tuo post.  Sappiamo bene   quanto spesso vengano utilizzati nella  redazione di un testo. Per utilizzarla all’interno del tuo articolo WordPress non devi far altro che posizionare  il cursore  in qualsiasi punto  di un paragrafo  e quindi cliccare il pulsante  citazione, posto dopo gli elenchi numerati.

Ecco un esempio di blockquote o citazione che dir si voglia.

Non mi soffermerò sul pulsante che inserisce una linea orizzontale all’interno del vostro articolo, sappiate che esiste.  I tre pulsanti successivi ed il secondo pulsante nella seconda riga della nostra barra dei pulsanti ci permettono di allineare il testo:  il primo verso Destra, il secondo al centro, il terzo a sinistra e quello in seconda fila in modo giustificato, che è quello che utilizzo io di norma .

Dopo i pulsanti utilizzati per l’allineamento ci sono due pulsanti per il collegamento ai link di cui parlerò in  modo piu dettagliato in un altro articolo.
Il  pulsante successivo  inserisce il tag ” Leggi tutto  ” ,   grazie  ad esso  si può creare un’anteprima dell’articolo che viene visualizzata nella home page del blog e nell’archivio.

Pulsante Tag more wordpress

Ecco come si presenta il post ai lettori nella home page del blog.

Tag more wordpress

Dopo aver cliccato sul link Read more  ( Leggi tutto ) l’intero articolo viene visualizzato.

Analizziamo  adesso la  seconda fila  di pulsanti, che come scrivevo  all’inizio di questo articolo ha una certa importanza nella stesura di un articolo.   Prima di addentrarci però, sull’uso dei pulsanti  dobbiamo fare una considerazione.  Quando leggiamo un articolo sulle pagine di un qualsiasi quotidiano  possiamo notare come questo sia suddiviso nel Titolo principale, nei sottotitoli e nei paragrafi.  Lo stesso concetto dobbiamo applicarlo al web.

I titoli hanno una duplice funzione: estetica, in quanto permettono di dare una gerarchia visiva alle varie sezioni del nostro articolo, e funzionale, in quanto permettono ai motori di ricerca di interpretare al meglio i nostri testi. Ecco dunque che questa gerarchia la ritroviamo nel primo  menù a tendina della seconda fila. Abbiamo la possibilità di utilizzare fino a 6  sottotitoli che nel nostro  tema corrisponderanno ad altrettanti stili  e grandezze.

Il secondo pulsante  corrisponde  alla funzione di  Testo Sottolineato,  che aggiunge non a caso sottolineature al testo. Poi, abbiamo il pulsante Giustifica di cui ho parlato in precedenza, a seguire abbiamo il colore del testo che ci permette di evidenziare il testo e applicare qualsiasi colore.  A seguire abbiamo la funzione incolla come testo di cui ho parlato in precedenza.

Proseguiamo con il pulsante  ” Cancella Formattazione “  che ci permette di rimuovere la formattazione  di intere sezioni  da un articolo . Eccoci poi arrivati al lo strumento che ti potrà essere di aiuto parecchie volte  durante la scrittura di un articolo, ossia  i caratteri speciali  premendo questo pulsante avremo una tabella con  parecchi caratteri speciali che non si trovano sulla tastiera.

Pulsante caratter ispeciali wordpress

Nella figura sopra  ho evidenziato il pulsante  che apre la finestra contenente i caratteri speciali in WordPress.  Accanto ai caratteri speciali abbiamo  le funzioni del rientro . Il primo decrementa il rientro il secondo aumenta il rientro.   Eccovi un esempio :

Ho aumentato il rientro con il secondo pulsante.

Questo serve per le impaginazioni a secondo dello stile che vogliamo dare al nostro post .   Le ultime funzioni  sono  Annulla e Ripeti  facilmente interpretabili.  

*****

Autore: Luca Zappalà
Consulente Informatico Aziendale a Catania

WordPress specialist, Software Gestionale Specialist, CRM Specialist
Clicca per  visitare  il mio Canale youtube.

1 Comment
  • ilaria marotta
    Posted at 18:15h, 29 Maggio Rispondi

    ciao, nel mio editor di wordpress, il pulsante “mostra/nascondi la barra degli strumenti”
    non c’è. Come faccio ad aggiungerlo?

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.